Seta In Milano

8,9

Basado en 5.108 opiniones encontradas en 5 webs


7.9
8.4
8.4
8.9

tend

21
Di 9.173
in Milano
3
Di 193
di cucina Altre cucine d'Europa in Milano

Gestione recensioni

Extremely positive experience, exquisite dinner, to leave you speechless!!
Più commenti
in Google
.
07 Aprile 2024
10,0
unique experience in the heart of Milan, refined food. The Chef at the table to understand our needs, refined wine list. We had dinner with a tasting menu
Più commenti
in Google
.
29 Marzo 2024
10,0
One of the best Michelin stars experience. Wonderful.
Più commenti
in Google
.
28 Marzo 2024
10,0
Refined environment in every detail, impeccable and friendly staff starting from the welcome. A balance of colors and flavors on the plate for an experience to be repeated!
Più commenti
in Google
.
26 Marzo 2024
10,0
impromptu lunch on our first day in milan. great service nice food nice atmosphere. the lunch set may be only 3 course but it’s definitely filling when u take into account the pre-appetisers palate cleanser petit fours etc. worth a try!
Più commenti
in Google
.
01 Marzo 2024
8,0
Atmosphere was fancy and beautiful, food was good, you must come dressed a certain way if not you’ll get a couple glares… waiters always smiled but looked annoyed. Overall, this place is OK.
Più commenti
in Google
.
28 Febbraio 2024
6,0
Amazing experience. Catered well to me and my friend who was lactose intolerant. We went for the Seta Way menu - was really interesting - I enjoyed most of the dishes in the menu. The eel and foie gras was particularly memorable. Personally, I've had better tasting menus hence the 4 star. It is worth going and giving it a go!
Più commenti
in Google
.
22 Febbraio 2024
8,0
Una location elegante e intima, con salette che garantiscono riservatezza in una piacevole atmosfera. Tre menù da cui eventualmente scegliere singole portate, e piatti dall'impiattamento caldo e brillante, che al gusto sprigionano sapori avvolgenti e assai gradevoli. Un servizio molto cortese, impeccabile nei consigli sulla cantina, solo forse un po' troppo presente. Sicuramente un'ottima esperienza gastronomica, anche superiore ad altri locali di livello pari o superiore. Complimenti!
Più commenti
in TripAdvisor
.
07 Febbraio 2024
10,0
Comfortable and elegant surroundings, friendly staff, impeccable service and double Michelin star cuisine which is nothing short of fabulous. If you want to make a good impression in a restaurant, I don't think there are many other places in Italy that can compare. Highly recommended.
Più commenti
in Google
.
04 Febbraio 2024
10,0
Nonostante mi avessero comunicato che lo chef table non fosse disponibile a pranzo, mi hanno voluto fare una sorpresa, svelata all'ultimo momento e con mio grande piacere mi sono seduto in cucina. Ricordo che anche nelle mie due visite precedenti, l'ultima nel 2017, c'era stata qualche coccola inaspettata. Anche per questo motivo Seta è un ristorante eccezionale. Dopo gli assaggi di aperitivo mi viene servito un consommè "fuori menu". Brodo di pernice, limpido come fosse una tisana, con creste di gallo, caprino e pane croccante. Primo piatto del menù, uno dei migliori. Cubetti di "colombaccio" e seppie, spuma di funghi e alghe. Il tutto tenuto insieme da una salsa royale (panna, uova...) che stava sul fondo. Gioco di consistenze eccezionale. A seguire, invece che un risotto, mi è stata servita una pastina (risoni) risottata, con salsa di fegatini di pernice, salsa di cime di rapa e acciughe. Ho apprezzato la consistenza della pasta, che non lega gli ingredienti come fa il riso col suo amido, mentre forse il sapore di pernice veniva troppo sovrastato dall'acciuga. La suggestione data dalla pastina, potrebbe essere quella di un piatto contadino servito con la cacciagione. Ecco un altro fuori menu che mi è piaciuto molto. Dei bottoni ripieni di cinghiale in brodo di un fantastico prosciutto di Orvieto. Anche qui la consistenza in bocca era stupefacente. Sembrava un cotechino. La zuppa, con conchiglie di pasta glassate, "spaghetti" di castagne e cacciagione totalmente in forma di crema è stata il piatto che più aveva quel sapore tipico degli animali selvatici e del fegato. Poi il germano con purea di zucca fermentata e composta di uvetta, queste ultime entrambe piacevolmente acide. La carne del volatile, che credo fosse un involtino composto da due diversi tagli e ripieno di frattaglie, aveva una cottura fantastica e ardita, così come il colombaccio iniziale, di cui si apprezzava il sapore ematico. Arrivato al settimo piatto, più amuse bouche, la presenza d'animo necessaria per questo tipo di pasti inizia a vacillare. Però del capriolo mi ricordo di aver apprezzato oltre alle parti acide e alla tenerezza della carne, soprattutto la texture percepita al palato del raviolo di grano saraceno. Il piatto era accompagnato da orecchie di maiale fritte servite su una salsa tra tapenade e insalata russa. Uno dei motivi per cui ho preso questo menù era la presenza della lepre alla Royale di cui, in una precedente recensione scrissi: "E' da 5 giorni che ho questa pietanza nella testa. Fantastica. Sapori forti e tutti riconoscibili, compreso quell'effetto sanguinaccio/cacao della riduzione". In quest'occasione non ho ritrovato quell'effetto speciale del sangue che diventa cioccolato, ma ho comunque trovato un ottimo piatto saporito e, comunque, dopo due ore di pranzo e quattro calici di vino, le percezioni possono essere offuscate. Per i pochi che avranno avuto il coraggio di leggere fin qui risparmio la descrizione dei dolci, che, comunque, non mi hanno entusiasmato. Il fatto che si tratti di un menù con un tema ben preciso si percepisce. Ovviamente non c'è quella varietà che si troverebbe in altre proposte. Tuttavia sono stati molto bravi a non rendere la degustazione monocorde. Avrei sperato, almeno in un piatto, di trovare un gusto un po' più pungente, tipico di una tavola di campagna. Invece credo che abbiano preferito "depotenziare" i sapori di selvaggina e non utilizzare marinature audaci. Certo che per poter assaggiare un menù così lungo, tutto basato su cacciagione e cucinato in modo divino, l'unica scelta in Italia è questo ristorante. Un privilegio, per un appassionato come me, poter parlare di cucina e di ristorazione con lo chef Dell'Omarino e poter osservare il lavoro di una brigata di almeno quindici cuochi in una cucina due stelle Michelin, con aspirazione alla terza. Un balletto e la percezione di disciplina e pacatezza. Siamo ai massimi livelli anche come servizio. Un servizio che inizia dal momento della prenotazione. Un'attenzione al cliente e una voglia di stupirlo che ho trovato solo in due o tre ristoranti degli innumerevoli che ho frequentato. Vini abbinati perfettamente ai piatti. Ho chiesto un pairing ridotto da 8 a 4 calici, che si sono rivelati la quantità perfetta. Eccezionale il Franciacorta Anna Maria Clemente. Con l'abbinamento ridotto ho speso 434 €, da solo. Mi sono fatto un bel regalo e lo staff del Seta ha contribuito a farlo diventare ancor più speciale. Ciao.
Più commenti
in TripAdvisor
.
24 Novembre 2023
8,0

Invita un ristorante

Il tuo browser non ha questa funzionalità